categoria | Famiglia e Minori, Giuridica, Magistratura minorile

Il diritto a crescere,35° convegno nazionale A.I.M.M.F,Cagliari 28/29 -10-2016

Inserito il 10 novembre 2016 da Maria Rosa DOMINICI

Entusiasmante il lavoro e la condivisione di questi 2 giorni in cui il Diritto Minorile ha trasmesso tutta la sua competenza,importanza e necessità di continuare ad esprimersi ed esercitarsi nelle aule dei Tribunali per i Minori,vera eccellenza della Giustizia italiana,come tale percepita e riconosciuta in molte nazioni del mondo.
Nei T.M si esercita “IL DIRITTO DI AVERE DIRITTI”, ed è il focus del primo giorno di lavoro,e questo sito si è identificato in “i loro diritti sono il nostro dovere ”
Come chiaramente è stato detto dal presidente Francesco Micela in apertura dei lavori ” è un compito attivo della Costituzione la cura del minore…è impensabile il depotenziamento del T.M…….IL CRITERIO UNIFICANTE SI BASA SULLA PROTEZIONE DELL’INFANZIA ED ADOLESCENZA CON RISPOSTE ADEGUATE E NON PREGIUDIZIALE… perchè deve valutare in modo discrezionale l’evoluzione del minore…si lavora sul futuro…tutto ciò fa si che mi proccupi, per la riforma in discussione sulla sopressione dei T.M…”.
Nella stessa direzione si è espresso con profondo convincimento Vladimiro Zagrebelsky nel suo intervento,”Diritti concreti ed effettivi,non teorici e illusori.Il caso dei Tribunali per i Minorenni”
Ogni sua parola entrava,penetrava nel cuore e nella mente ,parole piene di quella profonda umanità e competenza che la sua esperienza come Magistrato,Giudice della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo dal 2001 al 2010,Direttore del Laboratorio Diritti Fondamentali, ci ha regalato,parole che aprono la strada al dovere di intervenire con passione e volontà,con forza e determinazione,con i saperi che le varie competenze professionali ed umane coesistono nei Tribunali per i Minori ,in cui interagiscono Giudici Togati e Giudici Onorari,che nelle camere di consiglio condividono la responsabilità del giudicare con scienza e coscienza.

“NON LA CERTEZZA DELLA PENA ,MA IL CORAGGIO DI ASSUNZIONE DI RESPONSABILITA’ SULLA PREVISIONE”,queste parole di Zagrebelsky hanno infuso ulteriore determinazione nel perseguire la necessità di non cancellare una storica e valida esperienza come quella che i TM ITALIANI HANNO SAPUTO CREARE E DARE,OSARE…ad esempio LA MESSA ALLA PROVA…
cagliari e porto pino ottobre novembre 2016 005Alle volte l’angoscia su quale sia la decisione che arrechi meno danno al minore,anche se reo ,il confrontarsi,il valutare,elaborare quale sia la scelta migliore in camera di consiglio crea anche nel Giudice Togato,come ha voluto sensibilmente condividere una bravissima donna magistrato,mette in gioco la propria emotività tanto da sentire la necessità di confrontarsi con le emozioni e le interazioni psicologiche che il lavorare su minori comporta.
Sono stati tutti momenti magici ,per me dopo i miei quasi 20 anni come magistrato onorario,prima al T.M. di Bologna,poi in Corte d’Appello sezione minori,sempre nel capoluogo emiliano,è STATO CONSTATARE CON COMMOZIONE,COME LE 2 ANIME,LAICA E TOGATA ABBIANO TROVATO UN LINGUAGGIO COMUNE,CAPACITA’ SINCRONICHE ED EMPATICHE CHE NULLA TOLGANO AL RIGORE DELL’ESERCIZIO DEL DOVERE GIUDICANTE.
Gli interventi di Francesca Pricoco,presidente del T.M di Catania e Francesco Mazza Galanti ,presidente sezione famiglia del Tribunale di Genova sulla problematica legata alla necessità della circolarità delle informazioni fra giustizia e servizi,la realtà dei tempi alle volte dilatati ,lo spazio fra bisogni e diritti dei minori ha evidenziatole tante e non semplici difficoltà che spesso creano una falsa immagine di questa cosi delicata gestione della giustizia fra prassi virtuose e criticità nei rapporti con i servizi.
Il secondo giorno ,il focus è IL DIRITTO DI CRESCERE,e anche in queste ore di lavoro,come nel giorno precedente l’aula è gremitissima con un pubblico fermamente attento e partecipe,con 5 gruppi di lavoro inerenti
1)Servizi e Tribunali nell’inclusione dei minori stranieri
2)Servizi e Procura prima del processo,la fase pre-processuale,
3)Minori in pregiudizio e vittime di maltrattamento: servizi e sostegno durante e dopo il processo
4)Iservizi nel processo penale
5)Il completamento del progetto di aiuto: il lavoro educativo nelle Comunità in vista del progetto di inclusione sociale

Dopo l’interessante restituzione dei gruppi un ottima performance coordinata da Francesco Vitrano neuropsichiatra infantile e psicoterapeuta,membro del direttivo AIMMF
“PAROLE E IMMAGINI:EVENTO-DIBATTITO SU LEGAMI E DIRITTI,AFFETTI E DESIDERI in cui è stato presentato un lavoro con i ragazzi del liceo classico DETTORI di Cagliari,spezzoni dal film “Il bacio” di Ivan Cotroneo e brani tratti dal libro di Ester Armanino ,che ho avuto il piacere di leggere ad un pubblico misto,con molti ragazzi presenti che hanno stimolato e dato vita ad un dinamico dibattito(cosa peraltro già sperimentata con il regista Paolo Billi e il Teatro del Pratello di Bologna,che porta il video “Mettersi in gioco” in varie scuole superiori,in questo caso si tratta di una simulazione di un processo minorile interpretato da magistrati togati ed onorari e i vari componenti che interagiscono con i minori durante il percorso giudiziario).

E’stato un valido esempio di come vari strumenti culturali possano interagire ed integrarsi in forme di educazione e sensibilizzazione al rispetto degli altri da sè e alla legalità.
Anche l’esperienza della paura crea il coraggio e il diritto -dovere di crescere che la società degli adulti deve garantire ai suoi figli,quali futiri cittadini consapevoli e responsabili.
Un ottimo e dinamico convegno ,per cui il mio grazie con un’abbraccio sincero va ad Anna Cau Procuratore della Repubblica del T.M. di Cagliari e a Maria Giovanna Pisanu ,magistrato del T.M. di Cagliari e segretaria della sezione AIMMF di Cagliari e Susanna Galli Giudice Onorario del T.M. di Milano e componente direttivo AIMMF,…
UNA GRANDE GIOIA,UNA SERIE DI SIGNIFICATIVI SAPERI A CONFRONTO E IL SEMPRE PIACEVOLE ED IMPORTANTE INCONTRARSI CON VECCHI E NUOVI AMICI CHE HANNO IN COMUNE PASSIONE E VOLONTA’ NEI CONFRONTI DELLA GARANZIA DEI DIRITTI DEI MINORI,ancora grazie,
Maria Rosa Dominici

 



FB Comments

comments

Maria Rosa DOMINICI

About

psicologa,psicoterapeuta vittimologa,membro dell'Accademia Teatina delle Scienze,della New York Academy ofSciences,dell'International Ass. of Juvenile and Family Court Magistrates,della Società Italiana di Vittimologia,della W.S.V.,dell'Ass.internazionale di Studi Medico Psico Religiosi.,docente di seminari di sessuologia, criminologia e vittimologia in università Italiane e straniere,esperta per progetti Daphne su tratta di minori e sfruttamento sessuale,creatrice del progetto Psicantropos,autrice di varie pubblicazioni,si occupa di minori e reati ad essi connessi da 40 anni.

Tags | , , , , ,

Lascia un commento

adolescenti adolescenza Africa Ambiente ansa autostima Avaaz azioni bambini bologna Brasil brasile Brazil Carisma Denuncia Dipendenza diritto dominici entrevista famiglia genitori infanzia Manipolazione maria rosa Maria Rosa Dominici minori montes claros padre pedofilia persone Persuasione Prigionia progetto Rapporti interpersonali relazione Sette siria Soggezione psichica Suggestione syria tempo uomo violenza vita vittime

Lingua:

  • Italiano
  • English
  • Português
  • Deutsch

StatPress

All site visited to:
22 ottobre 2017: _
Visits today: _
Visitor on line: 0
Total Page Views: _

Social