categoria | Culturale, Diritti umani

Che cos’è la violenza? Come si può prevenire, reprimere, mitigare, eliminare?

Inserito il 30 novembre 2011 da Gianpiero STRINGARI

La violenza è un’azione distruttiva, che provoca un danno, che mette chi la compie in una relazione di abuso verso persone e cose; perché? Perché le relazioni non sono tutte costruttive e vantaggiose per entrambe le parti?

La prima relazione è sempre di tipo distruttivo, il bambino quando inizia a relazionarsi col mondo taglia la coda alle lucertole e brucia i formicai, solo successivamente impara a prendersi cura degli animali passando da una relazione distruttiva ad una costruttiva, da una violenza a un reciproco vantaggio. Il problema della relazione è che è un bisogno fondamentale, è necessaria come respirare: significa che tutti noi abbiamo bisogno di metterci in relazione con qualcuno o qualcosa, e che se abbiamo sviluppato la nostra affettività riusciremo a mettere in atto una relazione costruttiva, di reciproco prendersi cura, altrimenti saremo costretti, senza avere possibilità di scelta, ad agire una relazione distruttiva, di violenza e abuso: non potremo astenercene perché la relazione è necessaria per tutti, appunto un bisogno fondamentale; succede così che vi siano molte persone costrette ad avere un comportamento violento, semplicemente perché è l’unico che conoscono e devono usare quello che hanno a disposizione.

L’immaturità di relazione si vede anche nelle tematiche: il rapporto spesso è di dominio, impositivo, costrittivo, dove viene considerato un successo piegare l’altro alla propria volontà, (dominazione), dove l’altro non viene vissuto come persona separata da sé ma come proprio prolungamento (simbiosi) e dove il successo sta nel fargli fare esattamente quello che si desidera (controllo) possibilmente in un modo doloroso e annichilente, che sottolinei la forza della propria volontà rispetto alla sua (umiliazione) in un modo che, in maniera perversa, dichiari che chi usa violenza possiede chi la riceve (proprietà); per evitare questa bassa modalità di relazione occorre, a livello sociale, portare avanti oltre alla repressione, lo sviluppo affettivo, sia sociale che personale, per riuscire a far passare queste persone da una relazione distruttiva a una costruttiva, insegnando loro che conviene sia a loro che agli altri; questa comprensione della natura della violenza non significa certo che essa vada tollerata, soprattutto quella verso i bambini, ma piuttosto capire che per sradicarla veramente non basta la repressione ma occorre un programma di crescita sociale e personale.

Il comportamento violento e distruttivo non va identificato con la cattiveria, perché sarebbe falso e fuorviante: piuttosto occorre capire che le persone con un comportamento cattivo sono costrette a farlo, infatti l’etimologia di cattiveria è appunto “captivos”: imprigionati, costretti.
Giampiero STRINGARI



FB Comments

comments

Tags | , , , , , ,

2 Commenti per “Che cos’è la violenza? Come si può prevenire, reprimere, mitigare, eliminare?”

  1. Jeanne christelle fontaine scrive:

    Mio marito mi insulta tutti giorni davanti i nostri bambini.””””””come sporca maale,putana,quando vado in chiesa vado a fare la putana.tante cose .soprattutto davanti i bambini.tutto perché non voglio più accettare tutto quello che dice lui.come fare””””ho paura soprattutto come ci sono i bambini in mezzo e una è disabile.

  2. Bel scrive:

    Perché non ti fai aiutare da persone competenti, anche in aiuto per i tuoi figli? Affidati sempre a Dio. Un bacio a presto.


Lascia un commento

adolescenti adolescenza Africa Ambiente ansa autostima Avaaz azioni bambini bologna Brasil brasile Brazil Carisma Denuncia Dipendenza diritto dominici entrevista famiglia genitori infanzia Manipolazione maria rosa Maria Rosa Dominici minori montes claros padre pedofilia persone Persuasione Prigionia progetto Rapporti interpersonali relazione Sette siria Soggezione psichica Suggestione syria tempo uomo violenza vita vittime

Lingua:

  • Italiano
  • English
  • Português
  • Deutsch

StatPress

All site visited to:
24 maggio 2017: _
Visits today: _
Visitor on line: 1
Total Page Views: _

Social